martedì 16 luglio 2013

Zombie nei videogiochi: delle "marce idee" nella testa di produttori a corto d'immaginazione

Ciao belli...
Ebbene…. Se c’è un “promettente” film  in uscita, un videogioco che vende bene o un fumetto attualmente di successo.... è ufficiale, parla di ZOMBIE.

Andate al cinema? Spicca World War Z, l’apocalisse di zombie… o qualche mese fa Warm Bodies, forse l'unico lungometraggio che voleva lanciare un sexy zombie per far “delirare” le teen ager (come solo il vampiro Pattinson sapeva fare) .
Anche i telefilm si son dovuti adeguare… The Walking Dead parla di zombie... e incassa un sacco di soldi (compreso il fumetto della suddetta serie, che nonostante la crisi dell’editoria vende benone).
Ah ovviamente di Walking Dead ci sono pure i videogiochi, tanto per cambiare.

Ma andiamo di fretta dalle parti dei videogiochi, dove c’è proprio un’invasione di titoli dedicati al "tipo di mostro più cretino": The Last of Us, Lollipop Chainsaw, Dead Rising(serie), Dead Island (serie) e la sempreverde saga di Resident Evil (fra tutti quella che tollero di più), forse la “colpevole” di avere lanciato la moda del morto che cammina nei videogames.

Ok lo ammetto…. Sono di parte: gli zombie mi stanno sul caz.zo.