venerdì 19 febbraio 2016

Street Fighter 5: la consacrazione di una mentalità di merda.

Ken ha la tipica espressione di chi ha mangiato delle feci (o di chi è stato inserito in SF5 )

Street Fighter, il famoso "Re" dei picchiaduro (per chi ci crede) è arrivato al quinto capitolo... E vaffanculo: è un gioco rilasciato a spizzichi.

Se la cosa fosse stata relegata al solo Killer Instinct "3" si sarebbe potuto soprassedere, dopotutto costui è partito in DD sin dall'inizio, su una console poco fortunata e con un budget di realizzazione basso, indi non mi sembra il caso di sparare sulla Croce Rossa.
Ma qui stiamo parlando di Capcom (major che ha pure venduto il culo alla Sony) e di un gioco nato retail: la situazione cambia.

Che l'Online tirando tirando avrebbe portato alle peggio cose dal punto di vista della distribuzione, lo si sospettava (la gente nega ma è così)... E che la Capcom fosse una merda alla fine lo sapevamo un po' tutti. Che però fosse così merda da rilasciare una "demo" da 70 euronzi, ancora no.

Ma andiamo per gradi nello spiegare il perchè di questa shitstorm, non necessariamente rivolta al gioco... Bensì più ai produttori e, soprattutto, alla gente che difende questo modus operandi in voga da quando le console si possono connettere alla rete.

Diciamolo subito, la colpa di questo sfacelo è dei grandi fruitori del gaming online, eh sì...


Questa genia di "gamers" giovani e meno giovani ha contribuito all'affermarsi dell'orrendo mercato videoludico che sfrutta internet.
Se fino a qualche annetto fa, ormai una decina, un gioco che compravi era lo stesso fino all'uscita del capitolo successivo (eccetto le versioni update fisiche -solitamente della Capcom-, che però erano meglio, in quanto permettevano a tutti di accedere ai contenuti inediti senza sfruttare la rete), ora non è più così.
Sembra che la nuova moda sia comprare giochini incompleti fatti uscire mesi prima, per poi scaricare continui aggiornamenti con la scusa, fatta ad arte dagli sviluppatori, di sostenere il gioco nel tempo.
I personaggi son pochi da far schifo, ma tanto ci son le patch... Dicono loro.
"Tanto aggiungiamo contenuti online dopo", loro dicono, "tanto c'è la patch", loro dicono... Intanto compri un gioco confezionato alla cazzo di cane, che dovrai riempire coi loro aggiornamenti attui a tappare le magagne, perchè agli sviluppatori piace prima di tutto grattarsela, ricordiamolo.

Ecco, tutto questo lerciume si può tradurre in Street Fighter 5: il Re dei picchiaduro retail -monchi-, tanto che molte modalità come la "Cinematic Story", le Trials, l'Arcade e molte altre, saranno rilasciate online quando vogliono loro, perchè sì.
Tutti gli altri recenti picchiaduro come Mortal Kombat X o altri, all'uscita ci provano ad essere completi fornendo un buon numero di personaggi (eccetto Guilty Gear Xrd, ma è un caso di nicchia) e modalità DA SUBITO su disco.
Per SFV invece non è così, al lancio lo sfigato giochetto ha appena 16 personaggi (la norma di un picchiaduro moderno sta sulle 24 o giù di lì) e, soprattutto, NON ha la Modalità Arcade.
Può sembrare una bufala, ma stavolta manca sul serio l'Arcade, ovvero la modalità BASILARE di tutti i picchiaduro da circa 30 anni, quella dove prendevi il tuo pupazzino per battere una risma di 10 o più pupazzini fino ad arrivare al famoso "boss finale" (o ai boss, dipende dai titoli)

In poche parole che minchia fai una volta spesi 70 euro di disco, dato che non si possono nemmeno fare incontri singoli vsCPU?


Tranquilli (ironicamente)... L'Arcade è stato sostituito con una sorta di "story mode" al limite dell'insulto, dove bisogna vincere una serie di incontri predefiniti seguendo un prologo raccontato da immagini a schermata fissa.
No bravi, uno dice, a parte le pessime illustrazioni di un certo Bengus (che pare l'abbia "preso nell'angus" mentre disegnava, data la qualità), lo sforzo di dare una sorta di storia più spessa del solito -visti gli schifi precedenti- c'è, ma il problema è che gli incontri da disputare in certi casi sono appena due per lottatore (avete letto bene: 2) rendendo questo "character mode" ridicolmente corto, nonché difficilmente rigiocabile.
Qui l'infelice esempio della storiella di Rashid:

Non - è - normale.
Se i programmatori non avessero avuto le scimmie urlatrici nel cervello, avrebbero tenuto ugualmente le schermate fisse per i match dettati dalla trama, aumentato però il numero di round disputabili per personaggio... E sarebbero stati tutti contenti. Qvviamente il Survival di tekkeniana memoria (si so' sprecati) è una cosa minima davanti all'assenza di basi storiche come l'Arcade.

Con queste pessime qualità, in testa frulla (giustamente) l'idea che il prodotto sia pensato per la sola utenza dei competitori online, detti anche gli Zulù dei picchiaduro o gli sportivi del divanetto: quelli che prendono un picchiaduro con lo scopo primario di sfondarsi online contro gente.

Entriamo più nel dettaglio, dato che la colpa dello sfacelo è loro.

Si vede che pian piano questa "new wave" sta cercando di eliminare le basi del picchiaduro giocato in singolo, per spostare il tutto dalla parte del social gaming...
L'assenza del Boss finale come conclusione dell'Arcade e delle comuni modalità singole, infatti, va di pari passo con la gretta mentalità del "competitore seriale", che in un certo senso VUOLE far diventare il picchiaduro un genere multiplayer fondato su condizioni: la presenza costante di gente ed una rete internet veloce da evitare ogni genere di lag.
Condizioni che ledono la libertà individuale di giocare ad un fighting game quando sia ha voglia e come si ha voglia, cosa sempre fatta fino all'arrivo del fottuto online nelle consoles.

Ma siccome gli "hardcoriani" sostenitori dell'E-Sport sono dei supponenti (e spesso deficienti di testa), non concepiscono nemmeno che la gente dagli anni 80 al 2005 ha picchiadureggiato prevalentemente in singolo (compresi loro), quindi, siccome si divertono di più, si prendono la libertà di ribaltare le regole dicendo che il single player è inutile, che l'Arcade Mode è inutile, che la storia è inutile, che giocare senza sfidare un "umano intelligente" è inutile (dato che la CPU è notoriamente stupida e non ti fa migliorare, anche se è LA BASE), quindi "non si può aver voglia di giocare in singolo", è inutile... Si ignora se fino a 10 anni fa era così per tutti, chi lo fa è un poveretto che non si impegna, che deve cambiare genere.

E guai a contraddirli, perchè come fanno i Gay con una certa arroganza quando pretendono di avere figli facendoli fare da madri-surrogato (il cosiddetto "Utero in Affitto", pratica di merda pure per gli etero, specifichiamo), i competitori si sentono dalla parte giusta e l'onda va inspiegabilmente a loro favore, perchè il mondo social è di moda.

Dopotutto c'era da aspettarselo, la gentucca pur di guadagnarsi il comodo appellativo di "progressista al passo", manda a puttane pure le leggi naturali e quindi, nel caso dei videogiochi, 30 anni di picchiaduro nati per il singolo con l'opzione -si ripete: opzione- multigiocatore.

Così questa chiassosa nicchia alza la cresta, si permette di dettare legge, di ragionare per congetture e generi nascondendosi dietro ai peggio luoghi comuni, di bullarsi d'essere superficialmente ignorante.

Ho letto qualche d'uno che si sente figo affermando che un picchiaduro vuole solo la pratica e l'online, o altri che ripetono a pappagallo i soliti evergreen della stronzata:  "il lore nei picchiaduro non serve a una ceppa" (se non caghi 'ste cose, problema tuo), "l'universo narrativo nei picchiaduro non deve proprio esserci" (anche se saghe come Mortal Kombat ce l'hanno da far impallidire i GDR, fottesega a priori), "un picchiaduro si valuta soprattutto in base al netcode" (anche se di netcode se ne parla solo da qualche annetto...), "il gameplay lo sanno fare solo i Jappi" (o deve ispirarsi alla scuola Jappa se no èmmerda perchè sì), "una volta fatte le modalità singole non le rifai più, si fanno solo per sbloccare roba" (e sì che molti se la vascano da 20 anni solo con Pratica, Arcade e Storia quando c'è), "approfondire personaggi e meccaniche per il singolo on ha senso" (mentre allenarsi per battere nemici idioti negli action-adventure, quello sì...), ed altre condivise corbellerie a ritmo industriale che manco il Consolemania dei 90's.
Ecco "Laura la slutty" = 2 tette (SF è una serie fine, si sa)
Questa gente, rincoglionita da anni di sfida online, ha perso completamente il senso del picchiaduro inteso come videogioco, ha perso il sorpassato concetto di videogiocare per se stessi, fatto diventare un più inquietante "videogiocare per dar contributo a una community".
C'è un motivo del perchè il povero SF5 ha appena 16 personaggi, certo, la gente a cui è rivolto di personaggi ne approfondisce uno soltanto per vincere le classificate... Finiti i tempi dove il roster si usava tutto (o quasi), ora la moda è usarne uno solo su 24 figuri (immaginiamo quando son solo 16).

Insomma, Street Fighter 5 è stato pensato per quella genia lì, giusto per andare al sodo...

Ed i "Cani da guardia Capcom" trovano sempre modo di difenderlo, per esempio si attaccano al fatto che le aggiunte DLC dei prossimi mesi saranno gratuite (e ci credo, è roba che doveva essere disponibile dall'inizio), che i personaggi aggiuntivi li puoi sbloccare guadagnando valuta in-game (dimenticando che la valuta è facile ottenerla solo per i primi pochi personaggi, per gli altri converrà pagare), o che il gioco si aggiorna online senza bisogno di versioni Super\Ultra\Hyper\Merder...
Ma qui non c'è proprio niente da difendere, perchè tutto ciò lega l'utenza all'online obbligatorio, tagliando fuori chi non ne può usufruire o chi vorrebbe tutto su un più pratico supporto fisico, come al tempo fu.
Tanto valeva fare un capitolo only DD (Digital Delivery) detto Street Fighter Onlinemerda Edition, piuttosto che questo osceno ibrido...
E vedendo questa puzzolente parata di becera DEVOLUZIONE digitale, si ripete il vecchio mantra: la colpa è dell'utenza competitiva.
Chi sono i marcioni che rompono le palle coi bilanciamenti? Chi trova sempre cazzi da scassare quando un personaggio è di un millesimo più sgravo? Chi vuole modifiche giornaliere per avere sempre scontri (Vs umano) bilanciati?
I competitivi.
Il bilanciamento ci deve essere, certo, ma qui si rasenta la mania e si tralascia il resto, che è peggio.

Un consiglio a 'sti ragazzi: fate sport reali e non toccate l'arte, che l'avete rovinata con le vostre cazzate da tecnicoidi.
Chi gioca in single player e fa incontri fra amici per divertirsi, 'sti minchia di bilanciamenti manco li caga di striscio... E se avessero ragionato tutti così, a quest'ora SF5 sarebbe uscito completo, con un disco bello pieno di modalità e personaggi (in attesa del prossimo), mica 'sta cagata espulsa a pallini da un ano di capra.

E lo confesso, per me Streettino è come un figlio (ritardato, ma sempre figlio)...
Persino io, grande cultore di Mortal Kombat e divulgatore del "picchiaduro che cura l'insieme", subisco da sempre il fascino di Ryu, Ken, Blanka e tutti quei simpatici tizi che lanciano "bolle" in colorate stradine cinesi, indiane, americane, ecc.ecc.ecc.
Per quanto "Bolla Fighter" sia più una parodia di una saga piuttosto che una vera saga, dato l'universo narrativo -canonico- molto essenziale con ridicole magagne concettuali di mezzo... Ammetto di preferirlo a quei blasonati "movie games" alla The Order et similia, proprio per la sua semplicità spensierata, fatta di stereotipi talmente banali da essere affascinanti.

Ora questa dozzinale magia marziale è finita, lasciando il posto ad un giochino imbastito di fretta per coincidere con le date dei torneoni, un solo gameplay nudo e crudo venduto come opera finita che spinge verso il peggio hardcore gaming, abbassato ancora di più da una grafica degna del primo periodo 360\PS3 (ad esser bravi), con sfondi raffazzonati in cui si muovono "Sims" ebeti e che, anche più del precedente "quattrone", propone omini di plastica al posto dei gloriosi sprites.
Prima Street Fighter era caratterizzato da una lussuriosa grafica 2D stile cartoon...
Ryu quando era ancora decente...

Adesso tale stile è rimasto, però sotto forma di un grezzo 3D con texture realistiche che, mischiate a proporzioni appunto "cartoonesche", crea degli inquietanti uomini quasi veri con fattezze da pupazzi = dei poveri deformi (e se si ha cattivo gusto può piacere, non lo metto in dubbio).
a metamorfosi di Ryu in "uomo-pupazzognappo", bestia che schifo.

Ergo, senza pentimento, Capcom deve morire (era già messa da culo, si becchi 'sta fatality).

Deve morire per aver aperto la strada al picchiaduro tripla A rilasciato a pezzi per la sola utenza degli E-Sportivi, un "picchiaduro-MOBA" fisico che necessita di internet per poter accedere a praticamente TUTTE le sue modalità e che, al lancio, ne ha solamente 2 brutte (pratica esclusa)... finché un giorno necessiterà di internet addirittura per funzionare.

L'unico modo che avrebbe la "Caccom" per riscattarsi, sarebbe rilasciare a tempo debito una versione massiva che contenga tutto (o quasi tutto) su disco, per insabbiare questo abominevole early access e far vedere alla gente che finalmente SFV è diventato un prodotto accettabile almeno dal punto di vista contenutistico.
Ma alla Capcom hanno già detto che non faranno niente di simile, perchè CogliOno (-foto in basso- da qualche anno lo si chiama così, dopotutto va che faccia c'ha) aveva specificato che intendono supportare tale sistema di aggiornamento online continuo, senza fare ulteriori versioni su disco.
Bravi scemi, termine ovviamente rivolto agli sviluppatori e, maggiormente, a quelli che sostengono questo metodo opinabile di distribuzione.
Ono...Con una faccia del genere ci si può aspettare qualcosa di sensato?

Meritano di non vendere un cazzo di niente... Già molti sono delusi, ma non abbastanza, visto che qualche recensore deficiente ha dato bei voti (8,5 ?!? Avrà avuto una bustarella, chi lo sa).

Se proprio volete Pupaz Fighter 5, compratelo usato da qualche acquirente incazzato (ce ne sono tanti), oppure non compratelo proprio e giocate all'Alpha 3, un ricordo di quando 'sta saga parodistica valeva qualcosa.

Stop.

42 commenti:

  1. Preferisco pagare mezzo SF 100 euro, che pagare una merda di Komplete Edition a 50.

    Almeno SF diverte, MK annoia subito.

    RispondiElimina
  2. Hai pienamente ragione sul fail della Capcom sull'uscita troppo anticipata, ma che palle questa menata dei bei tempi andati. Non se ne può più, sembrate i vecchi che guardano i cantieri, avete tra i 30 e i 40 anni e parlate come un ottantenne. Ah,io sono dell'83 e pure io ho perso ore sullo Zero 3 nell'arcade mode. Ma stai sicuro che mi divertivo molto di più quando potevo giocare in versus mode con altri miei amici, piuttosto che affrontando sempre la solita IA, che alla lunga stufava. L'online amplia la possibilità di incontrare altre persone, che male c'è? E stai certo che si migliora 10 volte di più contro un avversario umano che contro una IA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io veramente di anni ne ho 29, qui non c'è nessun 30! :D

      Vabè ma comunque, per essere precisi, io non sto dando contro al versus, io ho dato contro all'online perchè ha portato a questo gioco rilasciato ad cazzum. L'online poteva anche essere una bella cosa, ma evidentemente dato il suo abuso è sfuggito di mano a qualcuno.
      Questi sono i risultati.

      Elimina
    2. E poi aggiungerei che pure la mentalità competitiva ha fatto il resto.

      Elimina
  3. Sei un mito, non aggiungo altro!!!
    Anzi, rispondo a Godai:
    Se sai leggere, nessuno attacca l'online, come dice giustamente rapper-nero, l'online è e deve rimanere un'opzione, un'aggiunta, quel qualcosa in più che non deve togliere niente al gioco!

    RispondiElimina
  4. Ho vissuto gli anni '80, seguo i picchiaduro da allora e mi piace MK, ma ciò nonostante trovo questo sfogo (perché di certo non è una riflessione né un'argomentazione) una critica mediocre, qualunquista, miope e dalla pretenziosità sociale imbarazzante. Sembra di essere entrati nel baretto con un vecchio fascio-bigotto che urla da solo agitando il bastone.
    La critica a Capcom ci può e ci deve stare, ma con assennatezza e cognizione di causa. Capcom ha rilasciato un gioco incompleto, è chiarissimo, ma non per le motivazioni che dici tu. Tra l'altro non si può neanche imputargli di aver cercato di truffare i giocatori: cosa sarebbe stato presente nel gioco era stato ampiamente pubblicizzato, quindi chi si scandalizza scendendo dalla montagna del sapone, come te, è semplicemente disinformato.
    Ti consiglio poi di essere meno presuntuoso nell'impugnare la spada della verità assoluta su quello che TU credi essere il "senso" dei picchiaduro. Che il genere debba essere principalmente single player è una tua personalissima e opinabile affermazione. Io per primo non sono un amante dell'online, ma negare che la componente multiplayer venga in secondo piano in un picchiaduro è pura ignoranza. Poi se ti piace giocare da solo liberissimo, ma evita queste figure da profeta in mutande che strilla per strada della fine del mondo per colpa degli sviluppatori cattivi e dei gay figli di Satana.
    P.S. Ci sono recensori professionali che danno 8.5 a un gioco facendone un'analisi seria, e poi ci sei tu che lo bolli sbraitando solo sulla formula di distribuzione. Libero di non essere d'accordo, ma insultarli gratuitamente evidenzia solo la tua immaturità e incompetenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bah, di solito quelli come te, che danno del "profeta" a qualcuno perchè dice le cose senza fare dell'ignavia o del buonismo, sono più presuntuosi ancora di me :D .

      Caccom in verità ha pubblicizzato ben poco di ciò che conteneva il suo titoletto, tanto che la gente non credeva che fosse addirittura sprovvisto di Arcade o che le storielle fossero da appena 2\4 match ciascuna. Anzi... Proprio la Caccom sbraitava da anni che avrebbe dato più importanza al singolo nel prossimo titolo, mentre invece così non è stato, ha pure tolto quel poco che già c'era.

      Si ripete (poi chi fa il superficialotto rimarrà tale e non capirà), la causa di tutto è il gioco rilasciato a pezzi con un inutile supporto fisico quasi vuoto. Una merdata che aprirà la strada al gaming digitale fatto di aggiornamenti online, che taglia fuori un'utenza che per vari motivi non può o sceglie di non usufruire della banda larga.
      In poche parole 'sta mentalità spinge progressivamente verso il "gaming con una tassa in più": quella di internet (e non l'internet economico a consumo, l'internet "a 5 stelle", illimitato, veloce, con fibra ecc.ecc). Questa cosa (se prende piede) renderà i giochi tutti con una struttura da MOBA, dove serve una conessione obbligatoria per poterli utilizzare.

      A me sta cosa fa cagare, poi se la gente si adattata a sta mentalità di merda affari loro, non capiscono un cazzo e pagano come scemi delle tasse in più per fare quello che hanno sempre fatto: giocare con pupazzini digitali.
      Non a tutti interessa di giocare Vs umano, quindi non è equo che per i loro desideri hardcoriani di "sfida intelligente", ci debbano andare di mezzo pure quelli a cui frega niente della competizione.
      E fanculo ai tornei, vadano a "pasticciarsi lo stick" a casa loro invece di infettare il mercato col loro pseudo sport.

      Elimina
    2. Il gaming su internet è una pratica che va avanti da anni, non l'ha inventata Capcom con SFV. Lo sanno anche i muri.
      A parte questo, a Capcom si possono fare tante critiche, ma non quella di non aver pubblicizzato più che dettagliatamente SFV. Prima dell'uscita si sapeva già tutto: i personaggi giocabili, quelli che sarebbero stati aggiunti, la struttura di gameplay e persino le modalità che sarebbero state presenti. Ancora: chi non sapeva cosa comprava è semplicemente disinformato.
      Comunque per la cronaca buonismo e ignavia sono letteralmente al vento, visto che non si sta difendendo SFV (neanche mi esprimo sul tragicomico "specchio riflesso" e sui tuoi ragionamenti a "di solito"). Il problema è che blateri una visione dei picchiaduro che semplicemente è una tua personale interpretazione. E finché la metti in termini di gusto personale chissene, ma lo sbandieri come se fosse LA verità, il "senso" vero dei picchiaduro, e scadi nella becera presunzione.
      Bon, ti lascio con le tue opinioni al tuo blog illuminato e progressista. Da solo.

      Elimina
    3. Ma non è vero! XD Nessuno sapeva (e ridaje) che non ci sarebbe stato l'Arcade mode o che le storie fossero appena di 2 round a personaggio. La Capcom non l'aveva detto, me spiace.
      Poi il gaming condizionato da internet va avanti dalla generazione PS3\360, prima su console (al tempo di PS2\Dreamcast) era poco sfruttato... inutile negarlo.
      Quindi non facciamo gli gnorri, l'aver rilasciato un gioco retail con meccaniche da "MOBA" DD è colpa dell'abuso online degli ultimi anni.
      La gente si diverte e quindi l'ha accettato (come ha accettato le polveri sottili o i pesticidi), ma non c'entra niente.
      Tanto valeva rilasciarlo direttamente in DD, non avrebbe rotto il cazzo nessuno... Ti sembra che con Killer Instinct o Skullgirls era scoppiata 'sta Shitstorm? No.
      Perchè quelli erano già dall'inizio giochi only DD.
      Qui invece hanno confezionato un prodotto poverissimo al lancio, dove la MAGGIORANZA dei contenuti utili sarà rilasciata tramite aggiornamenti online. Insomma, una copia fisica inutile di un prodotto incompleto.

      E no, il mio modo di intendere i picchiaduro non è poi così strano, solo che nell'internet italiano (e non) girano più che altro "Hardcoriani" o aspiranti tali... Ma ricordatevi che le vendite le fanno i casual, non quei pochi fissati con le tierlist.

      Se poi vedi sto ragionamento come presunzione, a me fottesega.

      Elimina
    4. Pensiero di massa4 marzo 2016 12:03

      Brava Capcom ha tracciato la linea giusta da seguire, ora speriamo che anche il resto delle software house (NRS in primis se il loro netcode regge) pian pianino si adeguino al nuovo concetto di 'Early Access', cosi almeno i giochi usciranno molto prima del previsto e noi gamers potremmo vedere crescere i propri giochi tramite le oramai imprescindibile correzioni che ne alzeranno indiscutibilmente la qualità.

      Ottimo lavoro Capcom, spero che tutti seguano il tuo esempio.

      L'Online è il Futuro e chi non si adegua semplicemente, muore.

      Elimina
    5. Ahahahahah XD XD XD XD!!!

      Che coglionate gratuite, non te lo cancello nemmeno perchè è divertente.
      Dimmi chi sei, ho una vaga idea ma di imbecilli che predicano ste cazzate (per dar torto a me) ne conosco parecchi nell'internet italiano, dai dai sputa il rospetto :P .

      Elimina
    6. https://www.youtube.com/watch?v=2UUnPkqegPo
      Le modalità si conoscevano, è un fatto. Informati.
      Detto questo sono amareggiato quanto te e quanto la maggioranza dei giocatori di SF (la stessa che dileggi), ma non batto i piedi come te, aspetto giugno e basta. Capcom l'ha fatto uscire per necessità di eSport, è chiaro, e chiunque ci monta chissà cosa dietro semplicemente non capisce come vanno queste cose.
      Non sei d'accordo? Bene, neanche io. Non comprarlo.
      Secondo: tu non ti poni come qualcuno che fa un ragionamento o propone un'opinione, tu ti proponi come l'araldo della verità assoluta. Ed è presunzione.
      Quando scenderai dal mal posto piedistallo che ti sei creato da solo e imparerai ad esprimerti con meno superficialità magari qualcuno potrebbe persino prenderti sul serio. Per ora ottieni solo che ti ridono tutti dietro, a ragione.

      Elimina
    7. Non era così chiaro quel video, si pensava che la “character story mode” sostituisse l’arcade e non avesse SOLO 2 incontri per pg, ma almeno una decina come tutti i picchiaduro sul mercato... XD.
      Comunque, per il resto, assolutamente sì.
      Se leggi il titolo "nerding guerrafondaio" capisci già tutto... In questo articolo vado apertamente contro non solo a SFV, ma alle frange competitive, agli “hardcoriani”, all'utenza massificata che ha accettato condizioni (connessione obbligatoria per patch e merda annessa, un tempo inesistente) sostenendo prodotti che escono di fatto incompleti perchè devono "uscire prima" o devono "mantenere l'interesse delle community".
      Insomma, non cerco affatto il dialogo, a me 'sta piega social fa cagare… E se la gente che si sente presa di mira piglia per il sedere (sapendo sottosotto di difendere l’indifendibile perché “ora è così”), cazzi suoi, non cerco consensi da nessuno :D .
      Quindi evita ‘sti discorsi buonisti da buonista… L’altra faccia della medaglia manco la voglio sentire.

      Elimina
    8. Curioso come un'analisi realista diventi "buonista" agli occhi di chi evidentemente preferisce la SUA realtà a quella dei fatti.
      Comunque la tua è una menata ipocrita, perché se non ti importa del parere o del consenso degli altri non stavi qui a riversare bile su un blog.
      Ma tant'è, la mascherata da sociopatico fa tanto figo in questi tempi.
      Comunque tranquillo, nessuno si sente preso "di mira" da certe dabbenaggini, non ti si caga nessuno. Chiediti il perché.
      Cia'

      Elimina
    9. Disse quello che manco legge le risposte...
      Veramente sono abbastanza 522 visite per l'articolo di un blog che non caga nessuno, he he.
      Tu stesso ci ricaschi a commentare facendo il paladino buonista (chiediti perchè, forse la bile la sta versando qualcun'altro?) XD .

      Dai dimmi il tuo nick, ti avrò ben visto da qualche parte in giro nei sitarelli videoludici dove sono solito a spammettare :D.

      Elimina
  5. Condivido il pensiero di Massa, bravo, speriamo che il sistema si svegli e tagli per sempre questo stupido cordone ombelicale che ancora unisce l'obsoleto mondo del single player dal dorato gaming di massa, è questo quello di cui si necessita, un mondo social interamente unificato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu sei lo stesso di prima che si risponde da solo.
      Comunque divertente, mi è piaciuta anche questa (presa così eh, come cosa scritta da un deficiente) XD XD .

      Elimina
  6. Condivido Massa, è ora che le altre software house si sveglino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però pensandoci bene, secondo me questo non è nemmeno il vero Ricciotto da Eurogamer, ma è lo stesso "Pensiero di Massa" che si è risposto da solo per la terza volta fingendosi un altro XD ...

      Elimina
    2. Allora non sei cosi tanto coglione come dai a vedere, complimenti.

      Elimina
    3. Senza dubbio meno di uno che si risponde da solo XD

      Elimina
    4. Per prenderti per il culo questo e altro

      Elimina
    5. Eh ma la triste verità è che ti stai auto pigliando pel sedere con sti interventi beceri (rimani anonimo che è meglio) XD

      Elimina
  7. Articolo assolutamente da cestinare, inutile.

    RispondiElimina
  8. Che articolo LoLLoso

    RispondiElimina
  9. Pensiero di Massa20 aprile 2016 07:17

    Ma le cazzate su questo blob sono finite? che è successo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue pare di no XD.
      Dai tempo... 'Sto articolo doveva durare tempo e tempo, visto che il giochino sarà supportato per anni. Adesso lo rispammo un po' in giro, fì fì.

      Elimina
  10. Complimenti Rapper-Nero. La cosa che più mi spaventa non è la volontà degli sviluppatori di adottare questi insulsi modelli di commercializzazione, ma il fatto che diverse persone non ci vedono nulla di male. Non commento poi i voti più che generosi della critica (8,5?) Riguardo al fatto che bisogna informarsi bene prima di procedere all' esborso sono d' accordo, ma nel caso di una saga stra conosciuta come questa, magari uno pensa di andare sul sicuro. Chi si aspetterebbe mai una povertà del genere in un prodotto retail?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, per curiosità, come hai conosciuto il blog visto che mi son tolto da Fabebook? Comunque finchè non esce una versione tutt'incluso, sta roba resta lammerda a livello di commercializzazione (e non solo). Adesso è uscita una marea di roba post lancio, dalla storia ai personaggi e un giorno arriverà pure l'arcade... Quindi uno che lo compra ora dovrà scaricarsi giga e giga di roba NECESSARIA che doveva essere già inclusa XD . Veramente, incommentabili.

      Elimina
    2. Siamo amici su Ludomedia. Street Fighters 5 è stato, per il sottoscritto, il titolo più deludente degli ultimi anni. Non potevano fare come con l' ultimo Hitman, cioè vendere il gioco a pezzi in digital e poi lanciare la versione retail completa?. Lo story mode è una porcata pazzesca; han cercato di imitare i NetherRealm, con risultati a dir poco catastrofici..

      Elimina
    3. Ah capito! Io spero ancora che ad un certo punto arrivi la versione completa su disco, perchè altrimenti è grave grave. La storia l'ho vista, non che a me sia dispiaciuta visto che ho sempre trovato potenziale nell'universo di SF, però vabè... Il problema generalmente sta nella distribuzione e nel fatto che questi hanno dato prima ascolto ai multiplayeristi e poi a chi vuole un gioco completo, con l'aggravante che a molti non ha fatto né caldo né freddo...

      Elimina
  11. Beh, in tanti però si son lamentati per via della mancanza di contenuti. Su Metacritic SF 5 ha una media voti utenti di 3/4; inoltre, in termini di vendite, è andato piuttosto male. Questo non è COD, per essere competitivi on-line qui bisogna applicarsi parecchio, e non tutti i giocatori sono disposti a farsi il mazzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo ovviamente, finché non esce una versione fisica con tutto incluso, a mio modesto avviso questo è uno di quei giochidimerda da boicottare. :D (e per fortuna che c'è MK)

      Elimina
  12. dici cose condivisibili però sei anche un fuori di testa

    RispondiElimina
  13. IL SOGNO DI DON RODRIGO
    Le coperte sembrano una montagna a don Rodrigo, il quale ben presto si addormenta per poi svegliarsi come per uno scossone, mentre sente aumentare il caldo e l'arsura. Rigirandosi nel letto, in preda all'ansia, pensa che vorrebbe attribuire tutto al caldo e al troppo vino bevuto, anche se l'idea della peste lo assale di continuo e diventa un pensiero impossibile da scacciare. Finalmente si addormenta e inizia a fare sogni confusi, angosciosi; in uno di questi gli sembra di trovarsi in chiesa, circondato dalla folla, senza sapere come è arrivato lì e arrabbiato di esserci andato. Intorno a lui vede gente con i segni del morbo e i bubboni che traspaiono attraverso i vestiti sudici, per cui ordina loro di allontanarsi cercando al contempo di arrivare alla porta della chiesa, che però è troppo lontana. La folla lo stringe sempre più e a don Rodrigo sembra che qualcuno gli prema sotto l'ascella sinistra, dove sente un forte dolore; cerca di afferrare la spada e gli pare che l'elsa sia salita in alto, premendogli contro il fianco e producendo quel dolore così fastidioso. A un tratto gli sembra che tutti guardino verso l'alto e, facendo lo stesso, intravede un pulpito e una strana figura che si sporge da esso, una figura che non tarda a prendere le sembianze di padre Cristoforo. Il frate rivolge un'occhiata fulminea su tutti i presenti, quindi alza la mano e punta il dito come aveva fatto quel giorno in quella sala del palazzotto del nobile: don Rodrigo, terrorizzato, cerca di afferrare quella mano tesa in aria, ma lascia prorompere un grande urlo e si sveglia improvvisamente. È confuso e spaventato, la luce del giorno entra dalla finestra e lo infastidisce come il lume la sera prima; capisce di aver sognato e realizza che tutto è svanito, tranne il dolore che sente sotto l'ascella sinistra, mentre è evidente che sta molto peggio di quando è andato a dormire e avverte una forte palpitazione, un ronzio nelle orecchie, una pesantezza di tutte le membra. Esita a lungo prima di guardarsi sotto l'ascella e quando trova il coraggio di farlo, con ribrezzo e spavento, vi scorge un bubbone di colore livido e rossastro.

    LA MISERABILE FINE DI GRISO
    Il Griso si trattiene ancora qualche minuto a scegliere quali oggetti portar via dalla stanza, quindi avvolge tutto in un fagotto e si prepara ad allontanarsi: l'uomo è stato attento a evitare qualsiasi contatto con i monatti, ma all'ultimo istante raccoglie vicino al letto i vestiti di don Rodrigo e li scuote, per vedere se ci sia del denaro. Si allontana e il giorno dopo, mentre si trova a gozzovigliare in una lurida taverna, è colto da brividi improvvisi, la vista gli si annebbia e perde i sensi, evidentemente contagiato dalla peste; viene raccolto da alcuni monatti che, dopo avergli rubato quello ha indosso, lo caricano su un carro e lo portano al lazzaretto, dove si trova già il suo padrone e dove lui non arriverà vivo, stroncato dalla malattia durante il tragitto.

    RispondiElimina
  14. COLLOQUIO TRA DON RODRIGO E CONTE ATTILIO
    Il mattino seguente don Rodrigo cerca il conte Attilio e questi lo prende in giro ricordandogli che è S. Martino e che ormai la scommessa è perduta. Il cugino gli rivela cosa è accaduto la notte scorsa e Attilio, con fare serio, osserva che padre Cristoforo è certamente coinvolto, rimproverando tra l'altro Rodrigo di non aver fatto bastonare il frate quando due giorni prima lo aveva affrontato nel suo palazzo. Il conte promette che penserà lui a punire come si deve il cappuccino, rivolgendosi al conte zio del Consiglio Segreto di Milano dove Attilio si recherà di lì a due giorni, benché l'altro lo preghi di non peggiorare le cose. In seguito i due fanno colazione e il padrone di casa si dice certo di non avere problemi con la giustizia, tanto più che (come ricorda Attilio) il podestà è dalla sua parte, anche se Rodrigo accusa il cugino di provocare di continuo il magistrato mettendo lui in una posizione scomoda. Attilio osserva che don Rodrigo sembra avere un po' di paura, quindi lo rassicura e promette che presto andrà dal podestà a portargli i suoi ossequi e a far sentire il peso del suo potere. Il conte esce poi dal palazzo per andare a caccia, mentre don Rodrigo attende il ritorno del Griso con le informazioni raccolte sulla notte precedente.

    DON RODRIGO MANDA IL GRISO A MONZA
    L'autore osserva con una certa ironia che l'amicizia è una gran consolazione, specie perché consente di rivelare ad altri dei segreti, ma poiché gli amici non formano coppie come gli sposi è abbastanza ovvio che questi segreti vengano ampiamente diffusi tra un gran numero di persone. Così il conduttore di calesse che ha portato i tre fuggitivi a Monza confida la cosa a un amico fidato, e questi fa la stessa cosa ad altri, finché il "segreto", passando di bocca in bocca, giunge all'orecchio del Griso che può rivelare a don Rodrigo, a tarda sera, che Agnese e Lucia si sono rifugiate in un convento a Monza e Renzo ha proseguito per Milano. Il signorotto si rallegra della separazione dei due giovani e il giorno seguente chiama subito il Griso, dandogli il denaro promesso e ordinandogli di recarsi a Monza per raccogliere ulteriori notizie sulle due donne.
    Il bravo si mostra esitante e chiede al padrone di mandare qualcun altro a Monza, poiché egli ha in quella città una taglia di cento scudi sopra la sua testa e teme quindi di finire nei guai con la giustizia, cosa che ovviamente non rischia in paese in quanto è protetto dal nobile e dal podestà. Don Rodrigo lo rimprovera aspramente della sua vigliaccheria e gli dice che non dovrà certo andare da solo a Monza e che potrà farsi accompagnare dallo Sfregiato e dal Tiradritto (due bravi al suo servizio), dicendosi certo che il suo nome è abbastanza noto anche in quella città per assicurargli una certa protezione. Il Griso parte dunque per la sua missione, non senza una certa vergogna, simile a un lupo affamato che scende dai monti innevati in cerca di preda, mentre annusa l'aria sospettoso (l'autore cita un verso di un poema ancora inedito di Tommaso Grossi, amico di Manzoni che egli loda con bonaria ironia).
    In seguito don Rodrigo pensa alla maniera per sbarazzarsi di Renzo usando la giustizia, magari inducendo il podestà a farlo arrestare o bandire dallo Stato per il tentativo fatto in casa del curato, ripromettendosi di parlarne al dottor Azzecca-garbugli. Il signorotto, tuttavia, non può immaginare che Renzo nel frattempo si sta comportando in modo tale da mettersi da solo nei guai con la legge, senza bisogno di alcun intervento da parte sua.

    RispondiElimina
  15. Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo

    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo


    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo
    Che c'è Pippo

    RispondiElimina
  16. HANNO CONFERMATO IL NUOVO FILM DI MORTAL KOMBAT!
    http://cdn2-www.comingsoon.net/assets/uploads/2016/06/ninjago-header1.jpg
    BELLISSIMO E PURE FEDELISSIMO AL GIOCO DA QUELLO CHE HO POTUTO VEDERE

    L'HAI GIA' VISTO IL TRAILER?
    MAI VISTA TANTA FEDELTA' DI LORE
    MAI VISTI TANTI NINJA COLORATI

    RispondiElimina
  17. MORTAL KOMBAT E' IL PICCHIADURO PIU' OMOSESSUALE DI TUTTI
    http://orig12.deviantart.net/db72/f/2016/033/2/e/macmac_by_kinokometal-d9q916g.png

    RispondiElimina